Questo sito e' in vendita. Altre informazioni su SitoAutorevole.it, il piu' grande Marketplace italiano di siti autorevoli e gia' avviati


CHIRURGIA E PATOLOGIE ORTOPEDICHE
A cura del - Chirurgo ortopedico
Ospedale Dei Pellegrini - Napoli


 
 
 
 
 
 
CHIRURGIA E PATOLOGIE ORTOPEDICHE

OSTEOCONDRITE DISSECANTE DEL GINOCCHIO
 A cura del

L'osteocondrite dissecante del ginocchio (OCD) è un processo patologico caratterizzato dal distacco, parziale o totale, di un frammento condrale od osteocondrale da una superficie articolare convessa.

Può evolvere verso la completa guarigione, con restitutio ad integrum, oppure il frammento può cadere in articolazione e formare un corpo libero cui corrisponde una nicchia vuota sulla superficie articolare. Il processo può interessare un gran numero di articolazioni quali l’anca, il gomito e la caviglia, tuttavia quella di elezione è il ginocchio: nella maggioranza dei casi è interessato il condilo femorale mediale (85%), poi quello laterale (13%) ed infine la superficie anteriore della troclea (2%).

Tutti gli Autori sono concordi nel ritenere il termine "osteocondrite” non corretto dal punto di vista patogenetico, in quanto non vi è alla base della lesione un processo infiammatorio; tuttavia il fatto che sia ancora in uso suggerisce che si tratta di una malattia per molti versi non completamente conosciuta.Il quadro clinico è essenzialmente povero; spesso, le lesioni condrali od osteocondrali rilevate alla RMN o mediante artroscopia sono asintomatiche e rappresentano pertanto un reperto occasionale.

La diagnosi è possibile mediante esami stiumentali, che consentono, inoltre, una corretta condotta terapeutica e il follow-up dei pazienti.La prognosi è buona, soprattutto nei bambini, in cui si assiste, nella maggioranza dei casi, alla completa restituito ad integrum; negli adulti, invece, essa è condizionata dal mantenimento di una superficie articolare integra, infatti, un danno cartilagineo od osteocartilagineo a carico dell’articolazione del ginocchio viene generalmente considerato come una degenerazione preartrosica.

Il trattamento, sia conservativo che chirurgico, a seconda dell’età del soggetto, della sede e dell’estensione della lesione, si è modificato nel corso degli anni.Attualmente, mira al ripristino di una cartilagine articolare normale, onde ritardare quanto più è possibile l’inizio del processo degenerativo artrosico.

CAPITOLO SUCCESSIVO:
Considerazioni generali.






Patologie ortopediche


Esame clinico della spalla

Tecniche chirurgiche (Foto)


Articoli di chirurgia ortopedica PROTESI DI SPALLA: APPLICAZIONE DELLA COMPONENTE GLENOIDEA


Approfondimenti
CHIRURGIA E PATOLOGIE ORTOPEDICHE
    CHIRURGIA E PATOLOGIE ORTOPEDICHE A cura del ;                     / CSS / Html