Questo sito e' in vendita. Altre informazioni su SitoAutorevole.it, il piu' grande Marketplace italiano di siti autorevoli e gia' avviati


CHIRURGIA E PATOLOGIE ORTOPEDICHE
A cura del - Chirurgo ortopedico
Ospedale Dei Pellegrini - Napoli


 
 
 
 
 
 
CHIRURGIA E PATOLOGIE ORTOPEDICHE

LUSSAZIONE ABITUALE DI SPALLA
 Chirurgia ortopedica artroscopica? o chirurgia ortopedica aperta?
    (intervento di Latarjet-Patte)

Una spalla che si lussa di frequente, anche senza aver subito trauma, deve essere trattata chirurgicamente per curare la patologia clinica e per non procurare un danno osseo alla glena e alla testa dell’omero.

L’intervento che indichiamo è in artroscopia o a cielo aperto con piccola incisione chirurgica anteriore.
L’uso di strumenti chirurgici dedicati e l’esperienza della tecnica chirurgica portano a eseguire ,una CHIRURGIA ORTOPEDICA MINIINVASIVA, in artroscopia o con minima incisione chirurgica e rispetto del tendine del sottoscapolare (se si esegue la chirurgia aperta).
La nostra scuola di chirurgia ortopedica della spalla esegue l’intervento chirurgico dopo un accurato esame clinico, esami radiografici, esami di tomografia computerizzata (T.A.C.) e risonanza magnetica nucleare (R.M.N.) della spalla.

L’intervento di CHIRURGIA ORTOPEDICA in ARTROSCOPIA consiste nella reinserzione sul bordo anteriore della glena del cercine e dei legamenti (lesione di BANKART).
Si utilizzano ancore e fili di lega tura bio-compatibili e bio-riassorbibili (Bio-Knottless Mitek). Tale tecnica di chirurgia ortopedica artroscopica, che noi eseguiamo in percentuale maggiore sul numero totale di instabilità di spalla, è indicata solo se non si presenta la glena deteriorata con perdita della sua superficie ossea.

L’intervento a CIELO APERTO, che la nostra scuola di chirurgia della spalla ha eseguito in circa 500 casi è l’intervento di LATARJET-PATTE.
Questo intervento chirurgico consiste, dopo piccola incisione anteriore, e solo divaricazione del tendine del muscolo sottoscapolare, nella trasposizione dell’estremità ossea della apofisi coracoide sul bordo anteriore della glena. Questa trasposizione ossea, e relativo fissaggio con viti al titanio, aumenta la superficie della glena, che nei casi da operare secondo questa tecnica è diminuita per i ripetuti episodi di lussazione.
Inoltre, la trasposizione ossea, con i tendini dei muscoli ad essa legati rappresenta una barriera alla fuoriuscita anteriore della testa specie nella elevazione del braccio.

In conclusione,ogni caso di lussazione di spalla deve essere studiato accuratamente per indicare il tipo di intervento da eseguire.
Bisogna indicare ed eseguire la tecnica di chirurgia in artroscopia nei casi con solo danno del cercine e dei legamenti (lesione di Bankart) e indicare l’intervento a cielo aperto se c’è deficit osseo della glena (lesione Bankart ossea); a tal proposito eseguiamo uno “STUDIO T.A.C. DELLA GLENA SECONDO PICO” per la misurazione della superficie ossea della glena.L’intervento in artroscopia,con le molteplici lesioni articolari, deve essere eseguito con competenza e tecnica meticolosa, mirata alla risoluzione della patologia.L’intervento a cielo aperto prevede una esecuzione tecnica parimenti meticolosa per avere risultati clinici ottimali.

RIFERIMENTI FOTOGRAFICI:
Lussazione di spalla - Intervento di Latarjet-Patte






Patologie ortopediche


Esame clinico della spalla

Tecniche chirurgiche (Foto)


Articoli di chirurgia ortopedica PROTESI DI SPALLA: APPLICAZIONE DELLA COMPONENTE GLENOIDEA


Approfondimenti
    CHIRURGIA E PATOLOGIE ORTOPEDICHE A cura del ;                     / CSS / Html